Il bello della terza età

“In Italia oggi ci sono 170 anziani ogni 100 giovani” dice l’ISTAT e il dato sorprendente é che in pochi anni la popolazione anziana aumenterà progressivamente, come conseguenza anche della crisi di natalità. Questo significa che le politiche degli Enti pubblici dovranno occuparsi sempre più di servizi e iniziative a favore della terza età.

Essere anziani non vuol dire tuttavia essere inattivi e dobbiamo distinguere tra chi ha bisogno di assistenza e coloro che invece possono dare ancora molto: ad esempio, chi va in pensione e deve affrontare un nuovo capitolo della propria vita. Queste persone hanno bisogno di riorganizzare il proprio tempo, pianificare nuovi progetti e hanno desiderio di rendersi utili. Oltre quindi alle iniziative già avviate per intrattenere gli anziani, come ad esempio il ritrovo pomeridiano in Villa Gazzetta, cosa ancora si può fare per loro a Sossano?

Noi abbiamo in mente delle attività che li rendano protagonisti attivi in paese e – per capire cosa é possibile avviare – prima bisogna attivare un confronto con loro: proponiamo ad esempio l’istituzione di una “Consulta Senior” (al pari di quella giovanile, ne abbiamo parlato qui) formata da persone in pensione ma attive. Il loro contributo potrà essere davvero importante sia per il parere che potranno dare nelle scelte amministrative del Comune, sia nell’organizzazione di attività utili in paese. Mettere a disposizione la loro esperienza e disponibilità sarà certamente utile a loro, ed anche alla comunità che spesso ha bisogno di persone disposte a dare l’esempio e il proprio aiuto in paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *